Recensione — The Vampire Diaries 5×02: True Lies

Immagine

Diciamo che dopo essermi “ripreso” dall’episodio di Glee ho guardato il nuovo episodio di The Vampire Diaries (scusate il ritardo della recensione, l’ho appena visto).

Ho letteralmente amato questo secondo episodio della quinta stagione di TVD: “True Lies”. Sinceramente dal titolo non sapevo cosa aspettarmi, anche perché ho resistito dal leggere gli spoiler. Procederò in un nuovo modo, da ora: spiegherò in breve l’episodio e, poi, partirò con la recensione vera e propria.

Immagine

Da quel che abbiamo capito dall’episodio Stefan bacia Elena nel suo sogno, mentre, intanto, Damon parla con Liz per cercare di trovare una cassaforte nella cava con i rinforzi della polizia. Intanto, al college, Elena e Caroline cambiano radicalmente i loro piani, siccome il professore di microbiologia potrebbe sapere dei vampiri, in quanto ha firmato il documento di Megan certificandolo come suicidio e non ‘morso animale’ o ‘morso di vampiro’, e quindi le due tramano qualcosa. Al college arriva Stefan Silas sotto la sua sembianza originale ed Elena crede sia Stefan e lo abbraccia. Silas la soggioga affinché lei uccida Damon e le racconta ciò che è successo a Jeremy e che adesso è in fuga con Katherine (e Matt). Anche Damon arriva al college ed insieme ad Elena e Caroline prende parte ad un falò, però Caroline e Damon non riescono più a trovare Elena e la cercano. Trovata, è insieme ad un ragazzo: Jesse. A ‘sto ragazzo piace Caroline e a Caroline piace ‘sto ragazzo, quindi iniziano a parlare e a flirtare, mentre Elena porta Damon in camera. Prima gli salta addosso come una dannata, e poi cerca di ucciderlo con gas, mazze di legno e verbena. La rabbia passa e il soggiogamento scompare, così può partire alla ricerca di Stefan insieme a Damon. A Mystic Falls, intanto, Matt, Jeremy e Katherine continuano a scappare da Silas. Silas, però, li trova e uccide temporaneamente Matt, siccome ha l’anello dei Gilbert. Quando muore, Matt, incontra Bonnie nell’altro lato e lei dice tutta la verità all’amico, lo abbraccia e lui le dice che se non è rponta ad affrontare la sua morte, come farà ad affrontare anche quella del padre? Però, quando Matt, si sarà congiunto con il suo corpo (che è nell’auto) lui dimenticherà tutto.. ed infatti è così. Alla fine dell’episodio, Jeremy parla con Bonnie e lei gli dice che vuole ritornare umana. Intanto Damon ed Elena sono arrivati a Mystic Falls e Liz li conduce verso una cassaforte, la stessa che Silas ha usato per rinchiudere Stefan e viceversa. Però, all’interno della cassaforte, non c’è Stefan, ma un uomo con la gola squarciata. L’episodio finisce.

ImmagineImmagine

Ripercorrendo quello che ho appena scritto: episodio fantastico!

Top five moments:

1.     Elena e Caroline a microbiologia

Ho letteralmente amato questa scena, è stata la più divertente dell’episodio. Divertente e con una lezioncina per Caroline sull’amore.

Sono al primo anno, sono ancora matricole, non possono frequentare microbiologia! Ma devono. Perché? Beh, semplice, perché il professore della materia potrebbe essere un qualche cacciatore di vampiri, stile Alaric Saltzman 2.0 (non perdonerò mai Julie Plec per averlo ucciso, mai). E poi il discorso sul falò fatto con i cadaveri di quelle persone del professore/dottor Maxfield è stato inquietante, ma allo stesso tempo esilarante. Ho amato l’espressione sul viso di Caroline quando ha detto: “Inquietante”.

Elena, parlando di Jesse: “È carino, è interessato, e cosa più importante, al contrario di Tyler, lui è qui”.

OH ELENA BATTI CINQUE! Mi sono scocciato di vedere quel muso di Tyler sui canini di Caroline, e se Caroline non può stare con Klaus Rippah perché lui è a New Orleans in uno spin off della serie, allora sì: voglio vederla con quel Jesse!

Ritornando alla lezione, ed è l’ultimo appunto che faccio.. ma avete visto le facce che hanno fatto quando il professore ha chiesto “Quindi stasera, mentre vi ubriacherete e farete festa, chiudete gli occhi per un attimo e immaginate il rancido odore di quei corpi in decomposizione. Tutto ciò ci riporta alla microbiologia. Perché quell’odore rancido proviene da un batterio molto particolare, [riferito ad Elena e Caroline] non è vero chiacchierone là in fondo? E quel’è il batterio?” AMAZING!

Immagine

2.     La fuga di Katherine con l’aiuto di Jeremy e Matt

È fantastico vedere Katherine senza poteri sovrannaturali e, oltretutto, la sto amando. Si è saputa difendere come le persone normali.. prendendo quella tizia a pugni e lanciandole il telefono in faccia (anche se questo non è tanto normale). Insomma, pure tu sorella mia, lei voleva solamente un passaggio in qualche luogo sperduto!

Eccoli lì, però, prima che si risvegli la tipa, due angeli custodi: Matt e Jeremy. All’inizio credevo che Matt volesse sparare contro Katherine siccome nell’episodio precedente abbiamo visto che è diventato qualcosa.. e ne sono rimasto anche scioccato. Poi l’hanno come salvata e l’hanno continuata a salvare fuggendo da ogni dove.

Poi, alla pompa di benzina, ha cercato di scappare. Jeremy era tipo “No, sorè, non andrai da nessuna parte!” e boh mi sta pure partendo la ship, potete anche odiarmi.

Immagine

 

3.     Jeremy e Katherine

Insomma, parliamo di quando erano da soli nel bosco prima che att venisse aggredito da Silas. Lei aveva freddo e lui le ha messo la coperta. All’inizio è sussultata, ma poi si è tipo rassicurata quando ha visto che era Jeremy, e sì: da lì mi è partita l’OTP. E poi, quando Matt è stato aggredito:

Jeremy: “Sali in macchina e guida.”

Katherine: “Dove vai?”

Jeremy: “Non posso lasciare Matt.”

Katherine: “Aspetta, come pensi che sia sopravvissuta per cinquecento anni? Non perché ero un vampiro. Perché non mi sono mai guardata indietro. Non essere stupido. Sopravvivi.”

Jeremy: “È per questo che le persone ti trattano come un oggetto e non una persona.”

Okay, lo ammetto, sto fan-boyrlando o quel che è. “Sali in macchina e guida”, voleva metterla al sicuro facendola scappare e andando da solo a salvare l’amico. “Sopravvivi”, VOLEVA CHE LUI NON ANDASSE. A LEI INTERESSA DI LUI. SI AMANOOO.

La smetto, giuro.

Immagine

 

4.     Jesse e Caroline

Li ho amati tantissimo quando hanno flirtato, quindi riporto la conversazione e vi lascio fangirlare o fanboyrlare.

Caroline: “Scusa se il mio amico è diventato aggressivo. Ha problemi a gestire la rabbia.”

Jesse: “E un notevole gancio destro.”

Caroline: “Già”, ride.

Jesse: “Ma ci ha fatto rimanere soli, perciò, è una vittoria”, entrambi sorridono.

Lui le sposta il ciuffo fin dietro l’orecchio e si guardano intensamente finché Caroline non interrompe il momento.

Caroline: “Ho un ragazzo.”

Jesse: “E dov’è?” S’interrompe. “Invece di essere qui?”

Caroline: “Beh, avrebbe dovuto essere qui. Ha rimandato di un semestre.” Lui la guarda. “Non devi dirmi nulla”, dice cambiando tono della voce. “So come vanno queste cose. Si comincia la scuola, e ci si allontana.”

Jesse: “Sì, e a volte non capita.”

Caroline: “Esatto, a volte no.”

Jesse: “E a volte si cambia, ma quello che avevi significa ancora qualcosa.”

Caroline: “Sì, sì. Esatto.”

Jesse: “E a volte mentre pensi a tutto questo, la tua ragazza sta voltando pagina andando a letto con qualcuno, senza la benché minima intenzione di tornare da te”, guarda a terra tristemente.

Caroline: “Oh, mio Dio. Uh. Mi dispiace tantissimo.”

Jesse: Ride, “è successo tempo fa, e onestamente, finché non è successo il peggio, non ho voluto dar retta a nessuno che mi dicesse il contrario. Trovavo sempre una scusa, quindi, ti capisco.”

Si sorridono e, dolcemente, lei le rimette il ghiacciolo sulla guancia rossa.

Fanboy and fangirl with me, now. No cioè, è stato un momento dolcissimo. Amo già ‘sto nuovo personaggio e se me lo trasformano in un’arma contro i vampiri li anniento tutti, ma se poi lo diventa ma si fidanza e rimane con Caroline lo stesso sapendo che lei è un vampiro, allora si: Julie Plec, io ti amo.. ma non cantiamo vittoria troppo presto.

Immagine

 

5.     Matt e Bonnie

Ho letteralmente amato le scene tra Matt e Bonnie. Non dico che mi parta la OTP (può darsi che potrà succedere), perché desidero Bonnie e Jeremy toghetah again. Però sono stati dolcissimi, giuro.

Bonnie voleva qualcuno che poteva toccare e abbracciare, e l’ha fatto! Ed io subito ho pensato: “Quindi, Matt, ti basterà morire per una ventina di minuti al giorno e Bonnie non sarà sola” ma invece no. Come ho detto nel punto precedente: non cantiamo vittoria troppo presto. Julie Plec ha deciso, furbamente, di far scordare tutto ciò che è successo nell’altro lato quando uno morto con l’anello para-culo-dalla-morte si risveglia. Quindi Matt scorderà che Bonnie è morta, scorderà tutto di quello che è successo.. e così è stato anche per chi si è risvegliato con uno di quegli anelli addosso.

Il momento dell’abbraccio è stato veramente forte. Lei piangeva nella sua spalla e io piangevo dentro di me. It’s not right Julie Plec. It is not right.

Immagine

Credo sia tutto, ho finito.. credo. Vorrei parlare di più, ma boh, sarà l’orario ma non mi esce nulla di più.

Speriamo che le situazioni a Mystic Falls e al college si complichino aggiustino!

Un bacio, e alla prossima (recensione)!

Freakmyself.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...